Menu Icon
  • Veterinaria
  • Crocchette
  • Chi siamo
  • Shop
BlogSalute

Zecche: quali malattie trasmettono? Come si combattono?

Zecche nei cani, applicare l’antiparassitario non copre il nostro animale esclusivamente da loro ma anche dalle malattie infettive che trasmettono.

2 min di lettura
Cibo sano consegnato a casa e veterinario online 24/7

Il meglio per il tuo cane

Cibo sano consegnato a casa e veterinario online 24/7

-15%

al 1° ordine
Inizia ora
Inizia ora

Malattie trasmesse dalle zecche: cosa comportano? Come si contraggono?

Per la trasmissione sono sufficienti uno o più pasti di sangue di zecche infette sul corpo del nostro cane. Gli agenti patogeni (babesia, ehrlichia, anaplasma e borrelia) sono immagazzinati all’interno delle ghiandole saliari delle zecche, pronti per raggiungere il torrente ematico del nostro cane e disseminare così la malattia. La gravità della sintomatologia varia dal tipo di patogeno contratto e dallo stato immunitario del cane. Generalmente i primi segni di malattia compaiono dopo 8-20 giorni dall’infezione e sono per lo più aspecifici: febbre, inappetenza e abbattimento. In sede di visita il vostro veterinario noterà una “linfoadenomegalia generalizzata”, ossia un aumento di tutti i linfonodi esplorabili. A quel punto saranno suggerite analisi ematobiochimiche e approfondimenti diagnostici atti all’esclusione delle malattie da vettore.

Come posso proteggere il mio cane dalle zecche?

La repellenza è la chiave di volta per assicurare un’adeguata protezione dalle zecche sia del cane sia della famiglia convivente. Alcune volte, non avendo a disposizione il cane, le zecche posso decidere di attaccarsi all’uomo, rappresentando un pericolo d’infezione anche per quest’ultimo. In commercio esistono soluzione spot-on, le classiche fiale, da applicare ogni 3-4 settimane sulla cute del proprio animale.
Nonostante la loro praticità ecco alcuni errori commessi dai proprietari:

  • far colare la maggior parte del prodotto sul pelo del cane (l’antiparassitario viene assorbito solo a livello cutaneo);
  • applicare l’antiparassitario subito dopo il bagno (è opportuno lasciar passare almeno 4 giorni sia prima che dopo aver lavato il cane prima di una nuova applicazione);
  • decidere di applicare la fiala il giorno stesso dell’esposizione del cane a un ambiente possibilmente infestato da zecche: escursioni in campagna, gite nei boschi ecc…. dobbiamo dare tempo al prodotto di essere assorbito (almeno 24-48 ore) e distribuirsi per tutto il corpo dell’animale;
  • proteggere il nostro cane solo d’estate (recenti studi hanno dimostrato la presenza di zecche e pulci durante tutto l’anno).

Se il nostro amico non riesce proprio a fermarsi un secondo per l’applicazione delle gocce possiamo optare per altre formulazione altrettanto efficaci. Esistono compresse capaci di assicurarci una copertura fino a 3 mesi. Altra soluzione possono essere i collari con repellenza da 3 a 8 mesi consecutivi a seconda del prodotto scelto.
Infine, esistono anche valide alternative per i cani che presenano allergie ai principali principi attivi degli antiparassitare, troverete maggiori informazioni in questo articolo.

Dott.ssa Alessia Troli
Medico Veterinario Barkyn

I più popolari

7 errori più comuni dei proprietari di cani

7 errori più comuni dei proprietari di cani

Il miglior cibo per il tuo cane

Cibo sano consegnato a casa tua

Barkyn fornisce cibo adattato alle esigenze del tuo cane e un veterinario dedicato. Fai la prova ora!

Inizia ora
15%
Sconto sul 1° ordine
Cibo sano consegnato a casa tua

© Barkyn - Love for your dog 2020 Via Bergamo 43 00198 Roma

VisaCard Icon
MasterCard Icon
PaypalFooter Icon
  • Aiuto
  • Opportunità
  • Privacy
  • Shop