Barkyn Logo
  • Veterinaria
  • Crocchette
  • Chi siamo
BlogSalute

Perché il cane starnutisce?

Lo starnuto è un sintomo che viene preso alla leggera, ma non deve essere sottovalutato. Oggi scopriremo insieme da cosa può essere dato.

Aurora Busti

Aurora Busti

Veterinaria
3 min di lettura

Il meglio per il tuo cane

Cibo sano consegnato a casa e veterinario online 24/7

-15%

al 1° ordine
Inizia ora
Inizia ora

Proprio come gli esseri umani, anche i cani possono starnutire. Lo starnuto è un atto riflesso respiratorio, durante il quale si verifica una potente emissione di aria dai polmoni. Se negli uomini in genere, la causa scatenante può essere attribuita ad un banale raffreddore, nei nostri fedeli amici a quattro zampe può rivelare una patologia di altra natura.

Cause principali

  • Un corpo irritante o estraneo, che si tratti di polvere, un forasacco, un filo d’erba, un insetto o un po’ di terra, un cane starnutirà per espellere questo corpo estraneo. Inoltre, se gli starnuti continuano a persistere vorrà dire che il corpo estraneo è ancora bloccato all’interno delle cavità nasali.
  • Allergie: quando le narici vengono irritate da un allergene come ad esempio il polline.
  • Eccessiva eccitazione: capita principalmente con i cani di piccola taglia ed è un loro modo di comunicare a noi o al compagno di gioco che si stanno divertendo. Quindi se lo fa solo quando gioca o è eccitato non c’è da preoccuparsi.
  • Un’infezione del sistema respiratorio: possono essere causate da batteri o virus che andranno a causare una rinite infettiva. Spesso si presentano in corso della malattia conosciuta come tosse dei canili. In questi casi si dovrà intervenire con una terapia medica specifica.
  • Un dente malato: un’infezione di un premolare o di un molare, che hanno le radici vicino alle cavità nasali, può causare starnuti.
  • Un tumore nasale: causa più comune nei cani con il naso lungo, può arrivare a distruggere la struttura del naso e a compromette la respirazione.
  • Aspergillosi: si tratta sempre di un’infezione, ma questa volta è causata da un fungo, per l’esattezza è conseguenza dell’inalazione delle spore del fungo. In questo caso si avranno come sintomi anche dolore, sanguinamenti dal naso, secrezione nasale e muso gonfio.
  • Starnuto inverso nei cani: per l’esattezza si tratta di un suono che è tra il grugnire e il russare e, al contrario dello starnuto classico, l’aria viene risucchiata attraverso il naso.

Come ci si deve comportare?

Importante è cercare di capire la possibile causa, nel caso in cui il cane inizi a starnutire dopo essere stato a giocare in un campo o in un prato, specie nella stagione estiva, il sospetto numero uno dovrebbe proprio ricadere sui minacciosi forasacchi. In questi frangenti non è opportuno attendere l’evolversi della situazione ma è bene rivolgersi il prima possibile al proprio veterinario di fiducia.
Negli altri casi sarebbe sempre opportuno rivolgersi al proprio veterinario che potrà decidere, in base alla descrizione della sintomatologia, come continuare l’iter diagnostico decidendo per un tampone nasale e/o una rinoscopia.

Dott.ssa Aurora Busti
Medico Veterinario Barkyn

Articolo successivo

Chevron Icon

CONDIVIDI SE TI È PIACIUTO!

Facebook IconTwitter IconChain Icon

I più popolari

Il miglior cibo per il tuo cane

Cibo sano consegnato a casa tua

Barkyn fornisce cibo adattato alle esigenze del tuo cane e un veterinario dedicato. Fai la prova ora!

Inizia ora
15%
Sconto sul 1° ordine

© Barkyn - Love for your dog 2020 Via Bergamo 43 00198 Roma

VisaCard Icon
MasterCard Icon
PaypalFooter Icon
  • Aiuto
  • Opportunità
  • Privacy
  • Shop